Poesia di Natale... Veneta


Postato da: Utente Registrato il 07-12-2007. Visto 5782 volte.

Sinti la pastorela,
che l`angelo de note
nunziava a mezanote
ai boni cuori:

Levève su, pastori,
vigni dorar Gesù!
No intardighève più,
nato `l xe là.

Xe `l verbo Dio incarnà,
fio d`una Verginela,
in t`una cassinela,
Bel Bambinel.

Tra `l bò e l`asinel,
in magnadora `l stà:
de strasse involtizzà
su `l fien el zase.

EI ga portà la pase
con alegressa santa:
de `l ziel zozo `lla manda
in tera ancora...

No intardighève alora!
De tuto quel che ò dito
trovarè ben un scrito...
E `l xe andò via.

Groliosi per la via
ma i ga studià i pastori,
portando rose e fiori,
al bel putin,

Osana - int`el camin
cantava anca i re magi,
intanto che i sui ragi
deva la stela.





Inserito in : natale, tradizione, varie,






Commenti

Seguici su Facebook