8 marzo festa della donna


Postato da: Utente Registrato il 03-04-2008. Visto 1386 volte.

Si sono da poco sopiti i clamori provocati, come sempre, dall’otto marzo.
La Festa della Donna 2008 ha assunto però una valenza particolare, visto che si è svolta nell’Anno Europeo delle Pari opportunità per Tutti.
A bocce ferme, direi che varrebbe la pena di soffermarsi un attimo su quale possa essere il significato più intrinseco di questa ricorrenza e quale l’opportunità di mantenerla.
Scopriremo così che non di sole “rose … (mimose) e fiori” si tratta!


IPOTESI SULL’ORIGINE
Liberamente tratta da Wikipedia

L’origine di questa festività internazionale, celebrata in diversi paesi del mondo occidentale, è controversa.
In Italia è molto diffusa una storia che la ricollega ad un grave fatto di cronaca avvenuto negli Stati Uniti. Nel 1908 a New York, alcuni giorni prima dell'8 marzo, le operaie dell'industria tessile Cotton iniziarono a scioperare per protestare contro le condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero proseguì per diversi giorni, finché l'8 marzo il proprietario della fabbrica bloccò tutte le vie di uscita. Poi allo stabilimento venne appiccato il fuoco (alcune fonti parlano di un incendio accidentale) e le 129 operaie prigioniere all'interno non ebbero scampo.


In realtà l'incendio avvenne nel 1911 (quindi dopo, e non prima della tradizionale data di nascita della festa, il 1910), sempre a New York, ma nella Triangle Shirtwaist Company. Le lavoratrici non erano in sciopero, ma erano state protagoniste nel 1909 di una importante mobilitazione durata quattro mesi.
L'incendio, per quanto le condizioni di sicurezza del luogo di lavoro abbiano contribuito non poco al disastro, non fu doloso. Le vittime furono oltre 140, ma non tutte donne, anche se per il tipo di fabbrica erano la maggior parte. I proprietari vennero prosciolti nel processo penale ma persero una causa civile.

In Italia, nel secondo dopoguerra, la giornata internazionale della donna fu ripresa e rilanciata dall'UDI (Unione Donne Italiane) (link= www.udinazionale.org) associando nel contempo alla data dell'otto marzo l'ormai tradizionale usanza di regalare un ramo di mimosa (Acacia dealbata), fiore giallo e profumatissimo divenuto ormai in molte culture il simbolo della Festa della Donna.






Inserito in : storia, tradizione, varie,






Commenti

Seguici su Facebook