CORONAVIRUS
Verificate con gli organizzatori le date e le modalità di svolgimento degli eventi.

Lo staff di venetoedintorni non è responsabile nel caso in cui alcuni eventi vengano annullati senza avviso in questo sito

Le Allegre Comari


Tipologia:

Spettacolo Teatrale

Quando:

24 Febbraio 2016

Dove:

Este in provincia di PADOVA

Descrizione:

- MERCOLEDì` 24 FEBBRAIO 2016, ore 21.00
Teatro Farinelli - Via Antonio Zanchi, 8 - Este (PD)

da “Le allegre comari di Windsor” di William Shakespeare traduzione e adattamento a cura di Andrea Pennacchi con Marco Artusi, Evarossella Biolo, Francesca Botti, Beatrice Niero regia di Marco Artusi
aiuto regia: Matteo Cremon
scena di David Riganelli
produzione Dedalofurioso/Matàz Teatro

La commedia racconta la vicenda di un maresciallo dell’esercito, vecchio play boy, improbabile tombeur des femmes, appena rifiutato dal suo nuovo re ed esiliato in provincia. Falstaff è costretto a Windsor dove il vitalizio assegnatogli non gli basta mai. Per necessità e vanità (e perché lui le donne le “occhieggia tutte”) corteggia entrambe le due dame-leader del paese; le due scoprono il suo gioco e si vendicano pesantemente.
L’atmosfera in cui si muovono i personaggi ricorda in modo impressionante quella veneta. Windsor è fuori dalle grandi correnti che fanno la Storia, un’isola ferma in un mondo in crisi; la vita prosegue monotona, permeata da un perbenismo puritano di facciata, sotto il quale pulsano pruderie e desiderio represso.
Siamo noi le allegre comari, siamo noi i Ford, i Page e Quikly: vecchi abitanti e nuovi residenti perfettamente integrati nella provincia. Ma forse in noi c’è anche un po’ di Falstaff, vecchio Don Giovanni che si crede forever young, peccatore impenitente che si rifiuta di rispettare quelli che lo circondano e di conformarsi alla morale piccolo borghese.

“Qui nell’operoso... Sudovest, locomotiva di Britannia, siamo operosi, gaudenti e mona ma buoni no. Disperati, tanto. I soldi, schei, come dicono qui a Windsor, sono una droga, bisogna essere operosi, per forza, e anche gaii. Come diceva quel papa? Gaudenti e disperati. Che belle parole. Sennò muoriamo. Ti uccide la provincia. O è la noia.”




Evento visitato 505 volte, inserito il 09/02/2016 da Anonimo


Mappa:



Commenti

Cerca Eventi

Seguici su Facebook