CORONAVIRUS
Verificate con gli organizzatori le date e le modalità di svolgimento degli eventi.

Lo staff di venetoedintorni non è responsabile nel caso in cui alcuni eventi vengano annullati senza avviso in questo sito

Terzo incontro: Immagini e Conflitti - L`impiego delle nuove tecnologie e dell`arte digitale oggi


Tipologia:

Presentazione

Quando:

24 Aprile 2016

Dove:

Via Traversi 29 Arcade in provincia di TREVISO

Descrizione:

Terzo incontro: Immagini e Conflitti - L`impiego delle nuove tecnologie e dell`arte digitale oggi


Zonca Art Contemporary Center (ZACC)
e
Inchiostroepietra
a blog and magazine of Contemporary arts, poetry and philosophy

presentano

Caffè letterari di arte visiva e poesia: ciclo di incontri 2016
a cura di Laure Keyrouz
Terzo incontro:
Immagini e Conflitti - L`impiego delle nuove tecnologie e dell`arte digitale oggi

domenica 24 Aprile 2016 ore 16:30
Villa Relais Barco Zonca, via Traversi 29, Arcade (TV)


Per informazioni:
info@inchiostroepietra.org - tel. 347-3430686
www.inchiostroepietra.org

Ingresso con offerta libera – aiutaci a sostenere l`arte (minimo 2 euro)
A fine serata degustazione di un piatto tipico locale.
Conferma la tua partecipazione (5 euro a persona) inviando una e-mail a info@relaisbarcozonca.com oppure telefonando al numero Tel. 0422.720078

Nuovo appuntamento per i Caffè letterari di arti visive e poesia a cura di Laure Keyrouz presso la Villa Relais Barco Zonca di Arcade (Treviso).
Domenica 24 aprile a partire dalle 16,30 il salone della Villa ospiterà il terzo incontro del ciclo presentato dal centro di arte contemporanea no-profit ZACC (Zonca Art Contemporary Center) e da Inchiostroepietra blog e magazine di Arti Contemporanee, poesia e filosofia.

Interventi di:
Morena Campani, Roberto Dedenaro, Joséphine Lazzarino, Andrea Neami, Alessandro Perini, Giovanni Pianigiani, Davide Skerlj, Valentina Solidoro
Morena Campani, film-maker che vive a Parigi, dove ha fondato “Cabinet Projets Culturel” e regista di “Tutto Bianco”, che deve il titolo al colore del cielo della pianura padana, luogo di nascita della regista. Il film è un lavoro antropologico, che combina ricerca delle radici consapevolezza di uno sguardo cercato che rivela e si rivela attraverso il dialogo con un altro grande maestro, Michelangelo Antonioni.
Roberto Dedenaro poeta triestino, insegnante di lettere, che ha collaborato con la sede regionale della Rai e con Radio Capodistria ed ha pubblicato articoli per riviste e vari quotidiani e riviste, che proporrà alcune poesie.
Joséphine Lazzarino, nata a Parigi dove vive e lavora da padre siciliano e madre andalusa, che ha ritrovato le proprie radici attraverso ricerche condotte nel quadro della tradizione musicale di quello che definisce Mediterraneo della memoria. Viaggiando attraverso i rituali religiosi della Pasqua in alcune regioni del sud Italia, ha imparato a coniugare il canto con strumenti legati all`immaginario collettivo di quei luoghi, per esempio il “tamburello” per la pizzica o le nacchere per pezzi classici come Danza di Rossini.
L’attore teatrale Andrea Neami, l’artista concettuale e videoartista Davide Skerlj, il regista e sceneggiatore cinematografico Giovanni Pianigiani che presentano L’altro degli ultimi giorni, progetto che riunisce il teatro/performance e la videoarte.
Il testo, ambientato in una trincea del carso triestino/goriziano, si rifà a “Gli ultimi giorni dell’umanità” di Karl Kraus, da cui estrae due personaggi, l’Ottimista e il Pessimista, che svelano il carattere terribile della guerra “moderna” affrontando l’acquiescenza dei poeti, l’appoggio di giornalisti inetti, la disumanizzazione dell’uomo/soldato fino alla follia, l’illusione di uno scontro “pulito” che grazie alle nuove tecnologie colpirebbe solo gli obiettivi militari, arrivando a identificare il carattere del conflitto come grande business dell’imperialismo capitalistico “globale”.
Alessandro Perini e Valentina Solidoro suoneranno con flauto e chitarra “Pieces Faciles et Agreables”, op. 74 dell`autore Mauro Giuliani (1781-1829)
Il Lumen Solis Duo composto da tutte due, si costituisce nel 2014 con un progetto, maturato con la Associazione Tactus di Treviso, di studio ed esecuzione di brani originali per flauto e chitarra, con particolare interesse al repertorio della Hausmusik del XIX secolo. La rassegna musicale Tra Rose Sonore, curata da Tactus, li vede apprezzati protagonisti nella sua ultima edizione svoltasi nel Palazzo dei Trecento a Treviso (2015).



Evento visitato 495 volte, inserito il 19/04/2016 da Anonimo


Commenti

Cerca Eventi

Seguici su Facebook