Concerto per Pianoforte di Giulio Andreetta


Tipologia:

Festa Concerto

Quando:

Il 09 Dicembre 2018

Dove:

A Padova in provincia di PADOVA

Descrizione:

Domenica 9 dicembre 2018 al Caffè Pedrocchi di Padova, nell`ambito del “800 Padova Festival” firmato Sugarpulp, il pianista Giulio Andreetta a partire dalle 12:30 presenterà in concerto brani celeberrimi del repertorio pianistico romantico.
Si inizierà con Fréderic Chopin, il compositore polacco che donò interamente il suo genio al pianoforte, con la Ballata n° 1, un brano dall`andamento rapsodico e in qualche modo modellato sulla forma del poema sinfonico. Seguirà l`esuberante Scherzo n°2, nel quale l`esecuzione virtuosistica e impetuosa si alterna a momenti lirici e meditativi, e il Notturno op. 48 n°1, che sviluppa l`intuizione di un piccolo tema in un possente e drammatico racconto musicale.
Franz Liszt è il secondo compositore in programma, celebre pianista virtuoso ungherese, grande sperimentatore, amico di Wagner e Chopin, e considerato da alcuni come il più grande pianista mai vissuto. Del musicista si presenterà un noto Studio da concerto, chiamato “Un Sospiro”, nel la quale la felice vena creativa del compositore si manifesta pienamente.
Seguirà un altro celeberrimo compositore romantico, Johannes Brahms, del quale si presenterà lo struggente, appassionato e lirico Intermezzo n° 1 (op. 117), altro caposaldo della letteratura pianistica romantica.
Si concluderà con una Sonata di Beethoven, compositore nato a Bonn in Germania ma vissuto a Vienna a cavallo tra Settecento e Ottocento. Di questo autore - che non ha bisogno di presentazioni - si proporrà una Sonata (op. 57, detta “Appassionata”) che, sebbene scritta ad inizio Ottocento, sembra guardare ai futuri sviluppi del linguaggio musicale. Beethoven, nei tre movimenti della Sonata, riesce a condensare un universo poetico e allo stesso tempo fortemente drammatico estremamente personale e originale. La sofferenza dell`artista, vera sorgente di ispirazione, è qui sublimata in un sapiente utilizzo di diversi registri stilistici e tecniche compositive che all`epoca potevano considerarsi sperimentali, e che sono state il banco di prova per molti musicisti, dall`Ottocento fino ai giorni nostri.          



Evento visitato 55 volte, inserito il 30/11/2018 da Utente Registrato


Commenti

Cerca Eventi

Seguici su Facebook