Impressioni di colore e luce - acquerelli di Pietro Tracca


Tipologia:

Mostra

Quando:

Dal 26 Ottobre 2019 al 16 Novembre 2019

Dove:

Qu.Bi Gallery in provincia di VICENZA

Descrizione:


Evento gratuito - in Corso Fogazzaro 21, Vicenza
Inaugurazione il 26/10/19 alle ore 18:00

Pietro Tracca, presentando i nuovi acquerelli all’affezionato pubblico dei suoi estimatori, frutto del recente lavoro, continua a farci godere della bellezza che l’arte è in grado di produrre con il suo potere evocativo. Sono persuaso con Renoir che l’opera d’arte debba essere «una cosa amabile, allegra e bella, essendoci già abbastanza cose noiose nella vita». In una società dell’ “usa e getta” ciò che è durevole e bello costituisce quasi un’eccezione, l’obiettivo è sottrarre l’arte alle sue specificità disciplinari collocandola all’interno di una rete imprevedibile di forme e percorsi. I consueti canoni del giudizio estetico sono da tempo in crisi e le opere d’arte sono diventate costrutti artificiali. La loro stessa costituzione materiale è di scarso valore e il loro prestigio dipende dal pronunciamento di gruppi sociali catturati dall’industria dell’arte. !
La fedeltà ad una tecnica molto antica come l’acquarello, fuggitiva e impalpabile, sulla quale si misura la bravura di Tracca, richiede una consumata abilità che si perfeziona nel tempo. Si fissa l’immagine sul foglio di carta che fa da supporto ad una materia cromatica che si muove e si espande prima di arrestarsi per sortire l’effetto desiderato. Variazione e immobilità, diversamente da quanto si creda, hanno la stessa importanza nel processo di costruzione dell’immagine acquerellata, nella sintesi del fatto visivo!
La coscienza soggettiva che porta ad umanizzare il soggetto, rivela in Tracca una concezione dell’arte legata agli effetti visibili, irripetibili della natura, le cui forme non perdono la loro originaria fisionomia, cancellate dal colore ridotto a pura informazione cromatica. L’operazione messa in atto è emancipazione del cromatismo dall’oggettività verso una direzione opposta a quella dell’arido esercizio accademico, per una visione della natura non condizionata da regole preesistenti, soggetta, invece, a percezioni immediate e transitorie!
Eppure, lo stile di Tracca – lo riscontriamo in questo ciclo di opere dedicato alla città del Palladio – resta legato alla forma, nel senso non di un processo analitico e documentario, bensì di immagine altra rispetto alla realtà che ha la coerenza della realtà. Nelle trasparenze dell’acquarello, arriva a tratteggiare forme liriche e immateriali, fatte di solo colore. Una tecnica aerea, abbreviata nei tempi, dove l’effetto atmosferico e la luminosità sono predominanti, ma che diventa lenta ed elaborata quando la visione naturalistica di un sito urbano lo esige!
La luce gli consente di dare pulizia alle forme nella continuità dell’orchestrazione cromatica. I suoi occhi non si stancano mai di vedere, l’animo suo sente profondamente e le sue abitudini sono in armonia con la natura. La relazione diretta stabilita tra il pittore e la natura nelle sedute di lavoro en plein air è fondamentale per alimentare le sue emozioni!

A cura di Giuliano Menato

Ingresso libero



p.p1 {margin: 0.0px 0.0px 11.0px 0.0px; line-height: 17.0px; font: 14.0px `Helvetica Neue`; color: #1d2129; -webkit-text-stroke: #1d2129} span.s1 {font-kerning: none} Orari:
Dal martedì al venerdi dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19
Sabato e domenica dalle 16 alle 19
Lunedì chiuso



Evento visitato 117 volte, inserito il 17/10/2019 da Utente Registrato


Commenti

Cerca Eventi

Seguici su Facebook