Origine e significato del cognome Salvi


Vedi anche: Salviati, Salviato, Salvini, Salvioni,


Origine del cognome - fonte Pagine Bianche
Origine del cognome salvi
L'origine del cognome Salvi è incerta. Alcuni dicono che sia etnica perché i Salii, detti anche Salluvii o Salvi, vivevano in Provenza in una confederazione celto-ligure e l'etimologia del cognome deriverebbe così da "sale", che era il prodotto che essi facevano passare prevalentemente in questa zona: in modo che essi siano "quelli delle saline". Si diceva che costoro fossero molto cruenti in guerra. Alcuni dicono che il significato e le origini del nome sono da attribuire invece a una sorta di devozione: "salvi" starebbe per "salvi in Dio". Secondo alti, invece, significherebbe "in buona salute, liberi dalla schiavitù", quindi salvi nel senso di "liberi dagli altri, salvati".

La storia del nome è da rintracciare già nel Medioevo: nel 1174 Baldino De Salvo è annoverato tra gli ambasciatori che trattarono per la pace con il re Guglielmo II di Sicilia. Tra i nomi noti, sono da ricordare Nicola e Bartolomeo.

Tra i cognomi italiani, è diffuso moltissimo in Lombardia ma originariamente si trovavano soprattutto a Genova, dove erano dediti al commercio ma erano anche abili notai. Probabilmente questa loro dedizione al commercio spiegherebbe la diffusione anche, per esempio, a Firenze. Sembra in particolare che il nome dei Salvi ricorra soprattutto nella comunità montana della Valle Stura, che si trova proprio nell'Appennino Ligure, ma anche a Rossiglione (da dove poi si spostarono ad Amalfi, città più adatta ai mercanti). Infatti si trovano molte analogie araldiche tra lo stemma della città di Rossiglione e lo stemma della casata dei Salvi.

L'araldica dei cognomi rappresenta i Salvi con l'oro, il nobile metallo del blasone, simbolo della potenza, del coraggio, della grandezza, ma anche con l'argento, che rappresenta la purezza, l'innocenza e la giustizia. L'animale dei Salvi è l'aquila nera, che si stende su un campo d'oro perché simbolo di concessione imperiale. La spada presente nello stemma è il simbolo di volontà guerriera. Lo stemma araldico della città di Rossiglione presenta sempre l'oro, quindi lo stesso metallo prezioso, e lo stesso animale: l'aquila. Coincidenza che fa dunque pensare che i Salvi si siano stabiliti primariamente in questa zona e che fa cadere l'ipotesi dell'origine etnica del nome.

Distribuzione del cognome Salvi - fonte Pagine Bianche

Commenti




Vuoi lasciare un commento, scrivilo qui sotto. La mail non verrà visualizzata







Newsletter

Inserimento in NEWSLETTER momentaneamente BLOCCATO




Vedi anche






Cerca COGNOMI

Cerca il tuo cognome


Cognomi che finiscono con:
ato aio ito acco otto igo l r n

Cognomi che iniziano con:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Z
Seguici su Facebook