PRIMO RECORD RAGGIUNTO PER IL PRESEPE VIVENTE DA GUINNESS DI TREVISO


Postato da: Utente Registrato il 16-12-2015. Visto 238 volte.

PRIMO RECORD RAGGIUNTO PER IL PRESEPE VIVENTE DA GUINNESS DI TREVISO: E’ QUELLO DELLA SOLIDARIETA’

L’evento, che si è svolto domenica nei 95 ettari dei parchi Sant’Artemio e dello Storga coinvolgendo 400 figuranti, ha attirato 5 mila visitatori. E, soprattutto, ha permesso di raccogliere 4.159 euro, che confluiranno nel Fondo dei Veneti schiacciati dalla crisi.

Ora sono in atto le valutazioni tecniche che consentiranno ai giudici londinesi del Guinness World Record di stabilire se il primato come presepe vivente più esteso del mondo sia stato raggiunto: il responso quindi arriverà tra qualche settimana.

Nuovi numeri da record si aggiungono a quelli già molto alti – 400 figuranti e 95 ettari di estensione – del presepe vivente allestito domenica 13 dicembre a Treviso nei parchi Sant’Artemio e dello Storga, in lizza per la vittoria del Guinness World Record come più grande del mondo: si tratta del numero dei visitatori, circa 5 mila dalle 10.00 alle 18.00, e della cifra raccolta a favore del Fondo per i Veneti schiacciati dalla crisi, ben 4.159 euro.

Il presepe vivente ideato dalla onlus Veneti schiacciati dalla crisi, presieduta da Mirella Tuzzato, con la collaborazione di altre 15 associazioni del territorio, ha dunque raggiunto il primo risultato, quello più importante: con la cifra raccolta infatti sarà possibile aiutare anche nel 2016 intere famiglie che, a causa della crisi, non riescono a provvedere al proprio sostentamento. E non sono poche: basti pensare che le persone soccorse dal Fondo nel 2015 sono state 7.500.

Accanto a ciò, ora si tratta di battere il record del presepe vivente più esteso del mondo, detenuto attualmente dalla città di Provo, nello Utah. A partire da domenica fotografi e videomaker si sono occupati di documentare la manifestazione, mentre ora lo Studio tecnico Bonora è al lavoro – gratuitamente – per effettuare i rilievi richiesti dai giudici inglesi del Guinness World Record. Infine, due testimoni qualificati stanno predisponendo una minuziosa relazione che completerà i materiali necessari a far sì che da Londra possa essere espresso un giudizio sul raggiungimento o meno del record.

Il verdetto non arriverà prima di due o tre settimane.




Inserito in : varie,

Commenti