Romina Falconi al Padova Pride Village con il “Biondologia Tour 2019”


Postato da: Utente Registrato il 09-07-2019. Visto 143 volte.
Parte all’insegna della grande musica live la programmazione settimanale del Padova Pride Village. Mercoledì 10 luglio farà tappa alla kermesse il “Biondologia Tour 2019” della cantante e autrice romana Romina Falconi che porterà sul palco i brani del suo ultimo concept album “Biondologia – L’arte di passeggiare con disinvoltura sul ciglio di un abisso”. Le dodici canzoni che lo compongono sono legate attraverso lo studio psicologico delle emozioni in una nuova forma musicale battezzata “Psico-Pop”:

«Quest’album è una mappa psico-emozionale di tutti gli schiaffi della vita – racconta Romina Falconi - Ogni canzone è uno stato emotivo preciso, con un suo suono e una sua voce narrante: quella di un paziente dall’analista. Voglio parlare di emozioni perché sono pure e incontrollabili, così come è puro il paziente che si racconta: non deve avere ragione, non deve essere saggio, vuole solo tornare in piedi. Cado a pezzi e chiedo scusa, rido di tutto e di me. Dedico con ferocia questi capitoli a chi, come me, sa che gli eroi non sono quelli invincibili; sono i caduti che hanno saputo insistere».

Non potrà mancare, nel corso del concerto, l’esecuzione del nuovo singolo “Magari muori”, frutto della dissacrante liaison artistica con Taffo Funeral Services, celebre agenzia di pompe funebri salita spesso agli onori delle cronache per la tagliente comunicazione sui propri social, tra attualità politica e sottili metafore sull’argomento tabù della morte. Il brano è prodotto da Marco Zangirolami e vede la partecipazione di Renzo Di Falco come speaker nell’introduzione del brano. Il testo è un inno alla vita, ma è anche pregno di significati. Ironicamente si scherza sull’importanza dei vaccini e si attaccano le discriminazioni. È una canzone contro il bullismo e l’omofobia: violenti e razzisti, il marmo vi dona. Non è la classica canzone estiva, che parla di spiagge e vacanze, ma ha tutte le carte in regola che diventare un incalzante da tormentone.
Il Village aprirà come di consueto alle 19.30 con i successi musicali dell’Aperiradio. Al termine dello show, si ballerà con la disco pop di Ovren.
[Ingresso 5€ dalle 19.30 alle 23.30; gratuito dalle 23:30 alle 2.00].
Non mancherà anche questa settimana il momento dedicato agli incontri con i personaggi della cultura e dello spettacolo. Ospite del talk di questo giovedì 11 luglio sarà Cristina Donadio, attrice teatrale, cinematografica e televisiva. Intervistata da Claudio Finelli, scrittore e firma del portale gay.it, Cristina ripercorrerà la propria carriera, che l’ha vista lavorare con registi e autori vicini alla comunità LGBT, tra i quali Pappi Corsicato ed Enzo Moscato. Fino ad arrivare alla serie televisiva Gomorra, dove ha interpretato il ruolo della boss camorrista Scianel nella seconda e terza stagione. Si parlerà inoltre della sua vicinanza al tema dei diritti civili, confermata anche dal suo ruolo di Madrina per il “Mediterranean Pride of Naples” nel 2015.  La serata si concluderà sul dancefloor con la disco pop di Francis.
[Ingresso gratuito dalle 19.30 alle 22.30; 2€ e dalle 22.30 alle 2.00]
Il prime time di venerdì 13 luglio vedrà protagonista al Village l’attore e autore Shi Yang Shi. Nato nel nord della Cina nel 1979, Shi è arrivato da clandestino in Italia all’età di 11 anni, accompagnato dalla madre. A 27 anni è riuscito a ottenere la cittadinanza italiana e nel 2016 si è laureato alla Bocconi. Dopo avere svolto diversi lavori per mantenersi Shi Yang Shi ha trovato la sua strada come attore di cinema e teatro, diventando prima un inviato de Le Iene su Italia1, poi protagonista in vari set cinematografici, fino a essere autore e interprete di ArleChino: traduttore e traditore di due padroni, spettacolo teatrale con il quale ha girato l’Italia per favorire l’integrazione e il dialogo tra le comunità cinesi e gli italiani. Al Village presenterà “Cuore di seta. La mia storia italiana Made in China” (Mondadori), libro autobiografico in cui l’autore rivela la sua anima divisa, in bilico, tra la vecchia vita in Cina e la nuova in Yìdàlì, tra vecchie e nuove abitudini, tra la voglia di rispettare la tradizione e la famiglia e il desiderio di affermare se stesso, realizzando i suoi sogni. Nel raccontare i tentativi fatti per raggiungere un equilibrio faticoso quanto delicato, Yang trasporta il lettore nel suo mondo multicolore di giovane cinese cresciuto in Italia regalando una storia che sa essere amara, ma anche divertente e piena di speranza.
Sul palco prenderà poi vita il “Drag a Domicilio Cabaret Show”, spettacolo a base di canzoni e intrattenimento con Madama Twirly, La Caloggera, Peperita e La Wanda Gastrica.
Il DJ set del Boulevard sarà nelle mani di Mattia Matthew, DJ resident al RED di Bologna, nonché collaboratore di alcune delle più famose realtà LGBT italiane. All’intero del Palavillage troveremo l’energia coinvolgente e le esaltanti sonorità house di Dorigo, uno dei più quotati celebrity dj italiani, arrivato alla consolle dopo aver partecipato ad importanti programmi e reality show di Rai e Mediaset. [ingresso gratuito dalle 19.30 alle 21.00; 6€ dalle 21.00 alle 4.00]
Dopo averla avuta quest’anno come madrina alla cerimonia di apertura della XII stagione, al Padova Pride Village si sente ancora la nostalgia della “Signora della Domenica”: Mara Venier. Per questo sabato 14 luglio sarà “Zia Mara Celebration”, una serata tributo ai giochi a premi più̀ famosi degli anni ’90, con Vincenzo De Lucia, attore e female impersonator, specializzato nelle parodie femminili del piccolo schermo. Vincitore del Premio Alighiero Noschese nel 2009 come miglior imitatore e trasformista, De Lucia, ha registrato per la trasmissione Rai “Palcoscenico” l’opera musicale “Marialuna…una vita tutta in salita”, diretta dal M° Pino de Maio. Dal 2013 è nel cast della compagnia stabile di Cabaret del teatro Diana di Napoli, “Komikamente”, diretta da Michele Caputo, volto storico di “Zelig”. Ha lavorato nella compagnia stabile del Teatro Sannazaro di Napoli prendendo parte alle fortunate edizioni dello spettacolo “La festa di Montevergine” di Raffaele Viviani, e “Annella di Portacapuana” (al fianco del protagonista, Leopoldo Mastelloni) tornata in scena nel 2019, entrambe con la regia di Lara Sansone.
La stessa sera torna uno degli appuntamenti più attesi dalla comunità ursina italiana: la “Beardoc United Bears”. In consolle nel Boulevard troveremo inoltre Fedeejay, Dj resident del Trash & Chic, mentre al Palavillage si esibiranno Silver Dj, noto per i suoi remix e la partecipazioni alle notti di famosi locali quali Pineta e Papeete di Milano Marittima, Capogiro Bergamo, Fellini Milano e, tra i primi locali disco, il Picchio Rosso di Modena; Andy DJ, resident al Muretto di Jesolo nella super e acclamata serata Grand Prix e al Terrazza Mare la domenica dove divide la consolle con il maestro David Morales; Alex O’Neill, veronese di adozione ma esperienza nei migliori dj set d’Europa e protagonista della notte di Radio Company. Vietato radersi e obbligatorio ripescare dagli armadi le camicie a quadrettoni di flanella!
[ingresso gratuito tra le 19:30 e le 21:00, 7€ tra le 21:00 e le 23:30, 15 € con 1 consumazione inclusa tra le 23:30 e le 5:00]

Per tutta l’estate, inoltre, saranno disponibili due “Village privè”, aree esclusive e privilegiate a lato dei palchi con possibilità di riservare un tavolo per godere appieno della musica e dell’animazione.


Partner della dodicesima edizione del Padova Pride Village sono Anima, Flexo, Trash&Chic, bitHOUSEweb, Infodiscoteche. Main sponsor: Di Saronno e Vodka Three Sixty.
Media partner: Radio Company
Per informazioni
www.padovapridevillage.it




Inserito in : varie,

Commenti