Dichiarazione Tombolini Banksy


Postato da: Utente Registrato il 27-07-2020. Visto 59 volte.
L’ARTISTA MICHELE TOMBOLINI RIVENDICA L’ INTERVENTO ADESIVO SULL’OPERA DI BANKSY A VENEZIA.



“Un’ azione rafforzativa del messaggio iconico di Banksy, sulla questione dei migranti”. 
Questa la dichiarazione rilasciata ai giornali, a pochi giorni dalla comparsa/scomparsa della “X” adesiva applicata sulla bocca del piccolo migrante realizzato dal misterioso street artist di Bristol, visibile a Venezia, dal ponte che unisce Campo Santa Margherita a Campo San Pantalon. L’intervento realizzato alle 3 del mattino dell’11 luglio, nel rispetto dell’opera e senza alcun tipo di danneggiamento strutturale e di immagine, è stato rimosso dopo 24 ore, lasciando il pubblico diviso tra coloro che pensavano ad una manomissione ad opera di imbrattatori di muri, e chi invece ha saputo cogliere la vera identità di questo gesto. “Spesso il pubblico ammira quest’opera principalmente perché collegata alla risonanza dell’artista inglese, tralasciando l’importanza del messaggio e comunque dandogli un valore poco rilevate. Il fenomeno delle migrazioni in Italia è una questione ancora più delicata che nel resto d’Europa, poiché ha generato un traffico umano illecito, gestito dalle mafie. Il mio gesto è un modo di catalizzare maggiormente l’attenzione sul concetto.” 


E così la bocca tappata stà ad indicare l’impossibilità dei migranti di spiegare la loro versione dei fatti, le loro difficoltà a farsi ascoltare dalla società, e i diritti negati. Michele Tombolini, artista veneziano, concettuale e street, da sempre impegnato sui temi sociali, è affascinato e ispirato dalla genialità operativa di Banksy. Dalle sue provocazioni dirette al pubblico nelle strade, riconosce molto della propria natura di artista e, attratto da quel bambino che gli ricorda tanto il murales “Butterfly”, realizzato contro la violenza sui minori nel 2015 a Berlino, decide di intervenire con la forte simbologia che la “X” rappresenta da sempre nei suoi lavori. 


E’ la “X” della censura, quella che caratterizza gran parte della sua arte, e che vuole essere, in questa occasione, un contributo a risollecitare e rafforzare l’attenzione su questo tema.



Inserito in : Banksy, varie,

Commenti