ALL`EXPO LE STOVIGLIE BIODEGRADABILI LAVORATE DA IMPA SPA DI CASALE SUL SILE


Postato da: Utente Registrato il 28-05-2015. Visto 439 volte.

ALL`EXPO LE STOVIGLIE BIODEGRADABILI LAVORATE DA IMPA SPA DI CASALE SUL SILE (TV)

Eataly ha scelto di adottare le stoviglie monouso in Mater-Bi® in tutti i ristoranti che gestirà presso EXPO2015, per complessivamente 10 milioni di pezzi, confermando non solo la sua vocazione verso la sostenibilità ambientale ma anche il suo sostegno al progetto strategico di Novamont in direzione della creazione del modello “zero rifiuto organico in discarica”: partire da materie prime rinnovabili (locali e non food) con cui ideare e produrre manufatti interamente realizzati in Italia che a fine vita si trasformeranno in fertile compost.

Mater Bi è un materia biodegradabile e compostabile , prodotta con componenti vegetali che sono di varia natura (cellulosa, glicerina, e amidi non geneticamente modificati ottenuti da varie colture) e tutte estratte da piantagioni per cui non vengono sfruttati terreni vergini o deforestati. Ad esempio, l’amido di mais, storicamente una delle prime componenti vegetali usate nel Mater-Bi®, è una sostanza già utilizzata da decenni in maniera significativa come additivo industriale per dare vita a molti prodotti, come per esempio la carta. Il mais è geneticamente non modificato e coltivato in Europa secondo le normali pratiche agronomiche applicate dalle aziende agricole europee. Viene estratto direttamente dalla granella, subendo modifiche fisiche che ne mantengono le caratteristiche naturali. Ciò rende il processo efficiente, minimizzando l’uso delle risorse.

Ma dove inizia il processo di lavorazione? A Treviso, nella ditta IMPA Spa di Casale sul Sile, in quanto il materiale prodotto da Novamont , necessita di una prima trasformazione da granulo in bobina per poter successivamente essere termoformato nelle più svariate forme di piatti e vaschette per alimenti .

Questa prima lavorazione è effettuata dalla ditta IMPA spa, che fornisce pertanto , seppur in maniera indiretta, una buona parte dei contenitori biodegradabili e compostabili utilizzati nei ristoranti Eataly all’Expo di Milano.

 

---

IMPA SPA via Torre 38, Lughignano di Casale sul Sile (Tv)

Fondata da Carlo Zanatta nel 1966 la Impa vanta 40 anni di esperienza nel settore dell’estrusione di lastre e bobine in vari materiali termoplastici. L’azienda opera in due stabilimenti per complessivi 12.000 metri quadri coperti. La produzione e gli uffici direzionali si trovano a Casale sul Sile nella località di Lughignano, a metà strada tra Treviso e Venezia. I continui investimenti tecnologici ed una gestione seria con fornitori affidati e selezionati nell`arco degli anni hanno creato basi sempre più solide nei rapporti, da definire ormai storici, con un parco clienti di primaria importanza che si va ampliando sempre più.

Impianti di coestrusione continuamente aggiornati, uniti all’esperienza maturata, permettono la produzione di materiali complessi e studiati su misura per ogni singola esigenza della clientela. Impa ha sempre avuto come obiettivo primario la collaborazione stretta con i propri clienti, facendosi parte attiva nella soluzione di ogni tipo di problema tecnico e commerciale. Tutto il personale opera con questa missione che è divenuta negli anni il carattere distintivo dell’azienda stessa.




Inserito in : expo, varie,

Commenti