Il tarassaco o Radiccio de can o Pissacan o Dente di Leone


Postato da Utente Registrato il 15-04-2010. Visto 9450 volte.
Questo č uno di 4 appunti in questa sezione di ricette venete dedicato alle erbette primaverili, parliamo di Radicci de Can o Pissacan.

Il tarāssaco comune  č una pianta a fiore  appartenente alla famiglia delle Asteracee.
L`epiteto specifico ne indica le virtų medicamentose, note fin dall`antichitā e sfruttate con l`utilizzo delle sue radici e foglie.
Č comunemente conosciuto anche come dente di leone e soffione, o anche con lo storpiamento del nome in tarāssacco.

Uno dei nomi comuni del tarassaco č anche piscialetto (in Veneto pėsacān) poiché ai bambini viene di solito raccontato che chi lo coglie la notte bagnerā il letto, da cui il nome.

Nelle arti culinarie era (ed č) un`apprezzata insalata primaverile depurativa, sia da solo che in mescolanze varie. In Piemonte, dove viene chiamato "girasole", č tradizione consumarlo con uova sode durante le scampagnate di Pasquetta.
Anche i petali dei fiori possono contribuire a dare sapore e colore ad insalate miste. I boccioli sono apprezzabili se preparati sottolio.

I fiori si possono preparare in pastella e quindi friggere. Ho avuto l`occasione di mangiarli cosi, ma vanno cotti appena colti per evitare che il fiore si chiuda. La raccolta va fatta alla mattina.

Le tenere rosette basali si possono consumare con soddisfazione sia lessate e quindi condite con olio extravergine di oliva, sia saltate in padella con aglio (o ancor meglio con aglio orsino).




Inserito in : erbette-primaverili, ricette,






Commenti