Villa Tacchi

uhho

Paese - Provincia

Villalta di Gazzo (PD)

Sito web della villa:


www.villa-tacchi.com/

Riferimenti e Contatti:

Villa Tacchi 
Via Dante, 30 - 35010 Villalta di Gazzo (PD) – Italia
Email: info@villa-tacchi.com
Tel: (+39) 049 9426111 Fax: (+39) 049 9426068


home21 800x533

Descrizione:




Storia:

Hotel Padova Villa Tacchi 4 stelle si trova a Villalta, che assieme a Gazzo, Grossa, Gaianigo, Grantortino formano il comune di Gazzo (in provincia di Padova). Al tempo della sua costruzione, la località era denominata Crosara di Villalta, e successivamente nelle mappe del catasto napoleonico viene indicata Chiesolla o via Chiesa; infine, nel catasto austriaco la strada viene detta “strada detta di Ca’ Bianca”, e raggiungerà qualche decennio dopo l’attuale denominazione Via Dante. La storia dell’attuale Hotel 4 stelle di Padova ha inizio alla fine del 1600, quando venne costruita per volontà della ricca famiglia Guzzo Baretta, che all’epoca possedeva una proprietà di 400 ettari; la stessa nobile famiglia poteva vantare una storia particolare: Iseppo Guzzo e Paolo Antonio Baretta erano infatti due soci in affari, mercanti provenienti da Bergamo e trasferitisi a Vicenza verso il 1664. Paolo Antonio sposò la sorella di Iseppo, Paola, dalla quale ebbe il figlio Carlo. Iseppo a sua volta aveva soltanto due figlie, per cui furono nominati eredi i figli del Baretta a condizione che portassero il cognome composto Guzzo Baretta. Carlo morì il 6 maggio 1747 e fu sepolto nella chiesa di S. Marco detta degli Scalzi a Vicenza, dove aveva fatto erigere l’altare in marmo di Carrara dedicato a Santa Teresa d’Avila, ponendovi lo stemma dei Guzzo Baretta, diventati nobili blasonati. Alla morte di Carlo, eredi universali in parti uguali restarono la contessa Paolina Guzzo Baretta Mattarella – moglie del conte Francesco Mattarelli – e la contessa Gioseffa Guzzo Baretta Muttoni- moglie del conte Girolamo Muttoni. Il figlio di quest’ultima, Giovanbattista Muttoni, nel 1810 vendette tutti campi in sua proprietà, inclusi la villa e la Cappella di Santa Croce, al nobile vicentino Antonio Cabianca. Nel 1878, per atto di compravendita tutta la proprietà passò alla nobile famiglia dei De Tacchi da Rovereto, i quali vi stabilirono la loro residenza attratti dalla comoda posizione della villa situata nelle vicinanze di Vicenza e di Padova. Si susseguirono quindi diversi atti di compravendita, fino alla proprietà attuale. I lavori di restauro di Hotel Padova Villa Tacchi più imponenti si sono verificati negli anni ’90, con il consolidamento strutturale dei coperti, ed il conseguente isolamento e impermeabilizzazione degli stessi. Gli interventi si sono concentrati quindi sulle strutture interne, rinforzate e ristrutturate mantenendone comunque intatte le caratteristiche architettoniche e culturali più significative. I locali del ristorante La Tavernetta e la Sala Stemmi sono stati ricavati dagli annessi rustici esistenti, un tempo adibiti a deposito di prodotti agricoli e ricovero animali. I pavimenti al piano terra, in mosaico alla veneziana, sono stati eseguiti con grande maestria dai migliori artigiani locali, seguendo le stesse tecniche ed utilizzando gli stessi materiali in uso nel 1500 a Padova. Restano comunque alcuni splendidi pavimenti originali tipici delle ville palladiane di Vicenza, restaurati con precisione, come il pavimento originale in noce della Sala Bianca, quello in mosaico alla veneziana della hall e delle Sale Rosa e Gialla. I bagni e i pavimenti della Sala Bar sono stati rivestiti con marmi italici di provenienze e colori diversi per arricchire visivamente lo sguardo dell’ospite senza turbare la sobrietà del luogo. La maggior parte dei serramenti è stata restaurata e riutilizzata, e i nuovi serramenti sono stati creati con lo stesso materiale e seguendo lo stesso metodo degli originali da valenti artigiani, con una  lavorazione avvenuta esclusivamente a mano. Le tinteggiature interne sono state eseguite a base di terre e grassello di calce naturali lavorato con vecchie tecniche tipiche delle ville di Vicenza. Le decorazioni della Sala Muse richiamano la classicità del luogo e raffigurano le 9 muse protettrici delle arti e delle scienze, mentre il Leone di S. Marco al centro rievoca la Serenissima Repubblica di Venezia che dominò Padova fino al 1797. La Sala Stemmi invece, porta nelle pareti gli affreschi dei comuni d’Italia censiti a fine ’800. Gli affreschi della hall, eseguiti da padre Tapparo con tecniche e materiali antichi, raffigurano angeli musicanti, mentre i dipinti a tempera raffigurano le quattro stagioni e i quattro elementi naturali: acqua, fuoco, terra, aria. La fontana sul parco a sud di Villa Tacchi è stata eseguita in pietra tenera di Vicenza dal maestro locale Gianfranco Tancredi e rappresenta la figura mitologica di Nettuno attorniato da tre ninfe. Villa Tacchi nella sua posizione strategica della provincia di Padova e nei pressi di Vicenza, è ora un Hotel 4 stelle  per vacanze, ma anche la location perfetta per eventi aziendali. Al suo interno il ristorante pregiato La Tavernetta vi aspetta per cene a lume di candela, business lunch, ricorrenze e qualsiasi Vostro evento speciale vogliate festeggiare da noi!


Mappa:



Vedi TUTTE le ville di PADOVA   Vedi anche Villa Correr



Questa scheda è stata inserita da Utente Registrato e visitata 5170 volte




Altre Ville o Casali padova

Commenti