"I VENETI e LA VERONA ANTICA, evoluzione fra storia e leggenda"


Postato da: Utente Registrato il 27-01-2023. Visto 1680 volte.

Si narra, ma oggi ci sono anche i riscontri degli scavi archeologici, che le prime presenze di insediamenti umani nel territorio della Verona antica
 risalgono al tardo neolitico
. Verona fonda le sue radici con un primo nucleo abitativo insediatosi sul Colle di S. Pietro fra il 3500/3000 a.c.-
Di qua passarono: gli Euganei, i Reti, i Veneti, gli Etruschi ed i Galli Cenomani. Ma la vera colonizzazione avvenne, da parte dei
Veneti/Paleoveneti, nel periodo che va dal 1500 al 1100 a.c. in cui si imposero definitivamente con l`ampliamento dell`insediamento abitato, ai piedi della collina " l`attuale Colle di S. Pietro "         
in quell`ansa del fiume Adige dove esisteva l`unico guado agibile per il suo attraversamento. 
Qui si ricorda che "i Veneti, sono Veneti e solo Veneti" ne furono oltremodo convinti gli storici antichi, ma lo sono altrettanto oggi quelli
contemporanei; poco o nulla contaminati dalle migrazioni in transito nella Pianura Padana si sovrapposero piuttosto, Loro stessi, agli ISTRI ed
agli EUGANEI.

La Civiltà Veneta Antica è paragonabile, se non superiore, a quella Etrusca con la quale venne spesso in contatto. Per inciso, al fine
di comprendere la caratura ed il livello di sviluppo raggiunti dai Popoli del Nord Est Italiano (Illiri, Histri, Euganei, Veneti, Celti), ricordiamo 
che la Città di Verona, come già citato, era una fiorente realtà fin dal 1000 a.c. e così pure lo erano Padova (che, secondo l`ENEIDE, sarebbe stata fondata dal Principe Troiano ANTENORE nel 1185 a.c.) e Trieste, quando ROMA ancora non esisteva.

 In questo contesto, rammentiamo anche l`importanza delle città Greco/Etrusche dell`alto Adriatico ( Spina - Adria ) ed infine 
tra IX° e III° secolo a.c. le città Venetiche di Este, Montagnana e Padova, quindi Concordia, Altino (ALTINUM), Oderzo (OPITERGIUM), Treviso, Belluno, Vicenza,
ma anche cittadine molto più piccole come Oppeano e Gazzo nel Veronese (Importante la pubblicazione "I VENETI ANTICHI A GAZZO VERONESE" del prof. Luciano Salzani e Marisa Morelato).-


I primi contatti di Verona con Roma risalgono al IV° secolo a.c. ma è nel 216 a.c. che troviamo Verona alleata di Roma nella battaglia
di "Canne" contro le armate Cartaginesi di Annibale.
VERONA, ormai Colonia Latina con la LEX POMPEIA nell`89 a.c. venne successivamente iscritta, per meriti, alla Tribù POLIBIA nell`86 a.c.
diventando infine Municipio Romano (sotto Giulio Cesare) nel 49 a.c.-

La città ulteriormente fortificata con la costruzione di possenti mura magistrali, posta all`incrocio delle Vie Consolari GALLICA, POSTUMIA 
e CLAUDIA AUGUSTA, raggiunse il suo massimo splendore in Età Imperiale durante la Dinastia FLAVIA (69/96 d.c.) contando all`epoca circa
30.000 abitanti. A tutt`oggi restano ancora ben visibili, nel loro antico splendore, alcuni importanti monumenti: il Teatro Romano, il Ponte Pietra,
l`anfiteatro "ARENA" di età Giulio/Claudia (uno dei più grandi di tutto l`Impero), l`Arco dei Gavi o della "GENS GAVIA", le imponenti Mura difensive volute
dall`Imperatore GALLIENO (218/268 d.c.), i Portoni dei Borsari, la Porta dei Leoni, i resti del Foro (in Piazza delle Erbe ed a Palazzo Maffei)  nonchè le testimonianze delle grandi Ville Romane: in città (Piazza Nogara, sotto il Banco Popolare), in Valdonega, Valpantena e Valpolicella. Sempre in Valpolicella segnaliamo anche il sito archeologico di MARANO, considerato uno dei più importanti del NORD ITALIA, con i resti del Tempio di età Repubblicana/Imperiale dedicato alla Dea MINERVA.- (Nota Importante: da poco è stata portata alla luce LA DOMUS AUREA, antico albergo di lusso risalente al primo secolo a.c., scoperta in sede di restauro sotto il pavimento del vecchio cinema "ASTRA" vicino alla VALVERDE a poche centinaia di metri dall`ARENA).-
                                


Tra i baluardi romani a Nord Est, fondati su precedenti Insediamenti Paleoveneti, ricordiamo: AQUILEIA -181 a.c.- divenuta la seconda
città dell`Impero, FORUM JULII -56 a.c.- l`attuale Cividale del Friuli (fondata da GIULIO CESARE), JULIUM CARNICUM (ora Zuglio) di origine
preromana e riconosciuta come FORUM nel 27 a.c. dall`Imperatore AUGUSTO.-


 Per concludere, ritornando su VERONA  e la sua storia, rammentiamo che dopo la caduta dell`Impero Romano d`occidente (476 d.c.)
la città fu, anche più volte, Capitale di Regni Romano/Barbarici.-
  A margine ricordiamo infine che dei Veneti ( intrepidi guerrieri, costruttori di navi, allevatori di cavalli e comunque gente molto orgogliosa,
capace e virtuosa ) ne hanno parlato nelle loro opere: OMERO (in più punti dell`Iliade), Euripide, POLIBIO (nei suoi scritti del II° secolo a.c.),
Plinio il Vecchio, Tacito, Tito Livio, VIRGILIO (nell`Eneide), Catone e Cornelio Nepote....... rendendo questo POPOLO VENETO quasi immortale.-  
 - 27/01/2023 - Giorgio                                 


                



Inserito in : varie,






Commenti

Seguici su Facebook