CORONAVIRUS
Verificate con gli organizzatori le date e le modalità di svolgimento degli eventi.

Lo staff di venetoedintorni non è responsabile nel caso in cui alcuni eventi vengano annullati senza avviso in questo sito

Giocare nel Cinquecento: il secolo del Veronese


Tipologia:

Esibizione Congresso

Quando:

20 Settembre 2014

Dove:

Verona in provincia di VERONA

Descrizione:

Sabato 20 settembre 2014, dalle ore 10 alle 17.30, avrà luogo a Verona, nel Museo di Castelvecchio (sala Boggian, in Corso Castelvecchio 2), un convegno internazionale sul tema Giocare nel Cinquecento: il secolo del Veronese, organizzato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche nell’ambito del suo settore di ricerca dedicato alla storia del gioco, in collaborazione con l’Associazione Giochi Antichi. La giornata di studio, aperta al pubblico, è proposta in occasione del “Tocatì”, Festival Internazionale dei Giochi in Strada (Verona, 18, 19, 20 e 21 settembre 2014) e in parallelo alla grande mostra dedicata, sempre a Verona, a Paolo Veronese (Palazzo della Gran Guardia, 5 luglio-5 ottobre 2014).

 

Curato in particolare dal comitato scientifico della rivista «Ludica. Annali di storia e civiltà del gioco», edita dalla Fondazione e diretta da Gherardo Ortalli, il convegno affronterà diversi argomenti legati al mondo del gioco e della ludicità. Si parlerà di danza, scienza e sport, giochi verbali, lotterie e scommesse, tiro a segno, passatempi giovanili, carte da gioco.

Sono previsti interventi di una decina di studiosi provenienti da Austria, Canada, Germania, Stati Uniti, oltre che italiani. Ai temi del convegno sarà dedicata la sezione monografica del prossimo volume di «Ludica» (numero 19-20).

 

Programma

 

ore 10-13 (coordinano John McClelland e Alessandra Rizzi):

Gherardo Ortalli (Università Ca’ Foscari Venezia-Fondazione Benetton Studi Ricerche),

Giochi verbali, corti e salotti: la Veglia;

Paolo Procaccioli (Università della Tuscia), Le “carte parlanti” di Pietro Aretino;

Manfred Zollinger (Università di Vienna), Gioco e finanze: scommesse e lotterie;

Josef Pauser (Università di Vienna), Educational card games in the Renaissance
(with special reference to Thomas Murner)
;

Paolo Carpeggiani (Politecnico di Milano), “Giochi” nei giardini dei Gonzaga: il caso
di Marmirolo
;

discussione.

 

ore 14.30-17.30 (coordinano Gherardo Ortalli e Manfred Zollinger):

Sandra Schmidt (Freie Universität, Berlino), Gioco o arte? Un dialogo del Cinquecento;

Alessandro Arcangeli (Università di Verona), Danzare nel Cinquecento;

John McClelland (Università di Toronto), Science and sport in the sixteenth century:

ruling out play;

Alessandra Rizzi (Università Ca’ Foscari Venezia-Fondazione Benetton Studi Ricerche),

Il tiro a segno, tra gara, gioco, addestramento;

Matteo Casini (Suffolk University, Boston), Il banchetto. Compagnie di giovani a tavola;

discussione.

 

Nell’ambito del Tocatì, la Fondazione Benetton Studi Ricerche partecipa inoltre, al “forum sulla cultura ludica”, con uno stand in Cortile Mercato Vecchio, sabato 20, ore 10-21, e domenica 21, ore 10-18.30, dedicato alla rivista «Ludica» e alla collana omonima; domenica 21 settembre alle ore 15, è in programma infine una conversazione pubblica di Umberto Cecchinato su Ritualità ludiche nel Trevigiano del Cinquecento, titolo della tesi di laurea vincitrice di una delle Borse di studio “Gaetano Cozzi” 2013, riconoscimento assegnato annualmente dalla Fondazione a tesi di laurea magistrale, di dottorato di ricerca e di scuola di specializzazione dedicate alla storia del gioco e discusse in università italiane. L’incontro sarà introdotto da Patrizia Boschiero (responsabile delle edizioni della Fondazione Benetton Studi Ricerche).

 

 

Per informazioni:

Fondazione Benetton Studi Ricerche, Ludica, www.fbsr.it, pubblicazioni@fbsr.it, tel. 0422.5121;

Associazione Giochi Antichi, Tocatì, www.tocati.it, info@tocati.it, cell. 342.7842761



Evento visitato 785 volte, inserito il 16/09/2014 da Utente Registrato


Commenti

Cerca Eventi

Seguici su Facebook