UNA VISIONE OLTRE ATTO III: IL PAESAGGIO COME PALCOSCENICO


Tipologia:

Spettacolo Teatrale Esibizione Live

Quando:

Il 14 Maggio 2016

Dove:

A Giardini Zen (dietro al Teatro Comunale) Via Terranova 24, Adria in provincia di ROVIGO

Descrizione:

UNA VISIONE OLTRE

14 maggio, sabato, H 22.30
Giardini Zen (dietro al Teatro Comunale)
Via Terranova 24, Adria


Oltre il teatro. Nel giorno della ri-apertura del Teatro Comunale, l’evento vuole essere un omaggio degli artisti e dei cittadini a Luigi Groto, che alla drammaturgia votò la propria vita. Protagonisti sono un video e una performance visibile solo da lontano.


Saverio Bonato, Saverio Bonato WATCHING THE UNSEEN, performance e installazione
L’opera è realizzata dall’artista all`interno di un cortile di una casa abbandonata dietro il Teatro, a fianco dei giardini Zen, da dove è visibile.
Su alcune lastre metalliche con la tecnica della saldatura ad arco con elettrodo rivestito verranno disegnate delle composizioni casuali. La luce proveniente da questa operazione è una delle più pericolose per l’occhio umano, in quanto lo espone alla luce blu, a raggi ultravioletti e infrarossi.
L’artista apre allo spettatore e lo invita a partecipare alla visione della creazione dell’opera stessa in rapporto. Con i limiti di osservazione che questa azione comporta.

Giacomo Bolzani, Giacomo Bolzani RESILIENZA, opera video
Una pupilla in primo piano. Cecità personale e del suo tempo non hanno impedito a Luigi Groto di operare brillantemente per la cultura e il territorio, che, grazie a lui, furono capaci di vedere maggiore civiltà.
Il progetto vuole sottolineare l’importanza di saper superare le più grandi barriere, non solo materiali, per raggiungere importanti risultati: dall’alluvione dei propri possedimenti terrieri alla perdita della vista, fino alla costrizione all’abiura. Eppure Groto riuscì a essere oratore, letterato, nonché rappresentante del proprio territorio relativamente alla nota questione del taglio del Po (1569). Traguardo, quest’ultimo, particolarmente lungimirante, che continua a far sentire la propria influenza sui nostri tempi più recenti.
Il titolo “Resilienza” richiama proprio la capacità di affrontare e superare un evento traumatico.

Il teatro:
Il Teatro Comunale del Popolo sorge prospiciente il ramo cittadino del Canalbianco. Venne progettato dell`architetto Giovanni Battista Scarpari in linea con i canoni della scuola architettonica degli anni trenta. Venne inaugurato nel 1935 con il “Mefistofele” di Arrigo Boito, diretto da Tullio Serafin (Interpreti furono per l`occasione Tancredi Pasero, Giovanni Malipiero, Rosetta Pampanini, Giulietta Simionato, Lamberto Bergamini, Sara Scuderi e Serafina Di Leo. Ora il Teatro riapre al pubblico dopo gli interventi di restauro.


_______________________


INTERVENTI VIDEO, SONORI E PERFORMATIVI
Le suggestioni innescate durante la master class di aprile verranno tradotte in una produzione artistica e presentate in una serie di eventi in luoghi significativi della città, utilizzando le diverse componenti del suono, le immagini in movimento, la performance e il coinvolgimento del pubblico.
Una visione oltre è stato uno dei progetti selezionati dal bando Culturalmente 2015, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, ed è ispirato alla figura dell’illustre adriese Luigi Groto, drammaturgo e poeta del `500. Organizzato e promosso dalla Pro Loco di Adria, il progetto vede impegnata la figura dell`artista di fama internazionale Stefano Cagol, nel duplice ruolo di artista performativo e mentore per giovani artisti under 35



Evento visitato 334 volte, inserito il 10/05/2016 da Anonimo


Commenti

Cerca Eventi

Seguici su Facebook